Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 24th, 2017
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Esuli a Trieste – Bonifica nazionale e rafforzamento dell’italianità sul confine orientale

Esuli a Trieste – Bonifica nazionale e rafforzamento dell’italianità sul confine orientale

Autore: Sandi Volk
Anno di pubblicazione: 2004
Casa editrice: Edizioni Kappa Vu - Udine

Argomento di questo libro è la questione dell’insediamento a Trieste e dintorni dei profughi/esuli che abbandonarono dopo la seconda guerra mondiale l’Istria e la Dalmazia. Svoltosi in più fasi, l’insediamento degli esuli fu, per lo schieramento filoitaliano a Trieste e per il govenno italiano, dapprima uno strumento per il rafforzamento delle forze favorevoli all’Italia, in seguito il mezzo per “bonificare razionalmente” e “rafforzare l’italianità” di un territorio in cui la larga parte della popolazione – e non solo per la presenza di una nutrita minoranza slovena – all’Italia guardava con molta fiducia.
L’insediamento mirato dei profughi è stato uno dei progetti prioritari per lo stato italiano in questo territorio ed è stato portato avanti e completato con determinazione. L’autore, attraverso l’analisi di una enorme quantità di materiale documentario, ne racconta le diverse tappe e le conseguenze sul tessuto sociale ed etnico delle terre del confine orientale.

Sandi (Alessandro) Volk è nato a Trieste nel 1959, si è laureato in storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trieste con relatore il prof Elio Apih.
Ha conseguito il master ed il dottorato in storia contemporanea presso il Dipartimento di Storia della Facoltà di Filosofia dell’Università di Lubiana (SLO). Si occupa di storia contemporanea della Venezia Giulia, in particolare di Trieste e della storia degli sloveni della regione. Ha svolto ricerca sulla nascita del movimento operaio sloveno a Trieste, sul movimento nazionale sloveno nel periodo precedente alla prima guerra mondiale, sulla seconda guerra mondiale della memoria degli sloveni di Trieste, sulla storia del lager nazista della Risiera di S. Sabba, sulle memorie riguardo al periodo 1918-1954 in vari gruppi della popolazione triestina e soprattutto sul destino degli esuli/profughi istriani e dalmati dopo l’esodo, che è stato anche il tema della tesi di master e di dottorato. Pubblica in Slovenia e Italia. Oltre a numerosi saggi e articoli, in italiano e sloveno, sul problema degli esuli istriani e dalmati ha già pubblicato due libri.

Pagine: 370