Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
April 27th, 2017
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Frammenti di una lezione

Frammenti di una lezione

Autore: Franco Fornasaro
Anno di pubblicazione:
Casa editrice: Roberto Vattori Editore

“…Con parole di speranza e di moderato ottimismo, da un autore che – nel suo equilibrio – riesce a non farsi soverchiare dagli eventi”

“Frammenti di una lezione” è una saga del XX secolo attraverso le vicende personali e corali del protagonista Nicolò.
Franco Fornasaro inserisce nel romanzo tutta la gamma dei suoi vasti interessi: quello sociale, quello etnico, quello ecologico e, complessivamente “filosofico”. Interessi espressi non in forma sistematica, ma con un romanzo nel quale con la tecnica del flashback si ripecorrono date essenziali, che sono contemporaneamente private e storiche. Frammenti dunque, ma di portata più ampia rispetto alla valenza riduttiva del termine, in cui le due sfere si intrecciano facendo sì che questa sinbiosi eviti la ricaduta sia nell’ecceso di soggettivismo che nell’eccesso opposto, quello di fredda cronaca o, peggio, di esasperata polemica.
Nel libro troviamo anche un riaggancio al passato che è la ricerca delle proprie radici dalla quale si trae linfa per l’esistenza, in positivo, all’insegna della libertà, dell’autonomia di giudizio, al di là di frontiere e confini. Troviamo pure un’ampia carrellata storica, gli anni del dopoguerra, il Cominform, con lo stop alla circolazione delle idee, la questione algerina, il crollo del socialismo reale nell’ex URSS, in Romania, in Bulgaria, il nazionalismo in Spagna. Comunque i frammenti le tante sfaccettature apparentemente disarticolate confluiscono in un unico filo conduttore: la gioia di vivere, un testimone da portare avanti. Anche le vie crucis se vissute da forti o comunque con rassegnazione, acquistano un loro scopo: fanno venire alla luce il succo di un’appartenenza che non si può spegnere.

Franco Fornasaro, figlio di istriani è nato a Trieste nel 1952, vive con la famiglia e lavora a Cividale del Friuli. Laureato in farmacia nel 1976, ufficiale farmacista di complemento in Marina Militare 1977-78, titolare di farmacia dal 1980. E’ stato insegnante di matematica e fisica presso un centro di formazione professionale, di farmacologia e omeopatia.
Ha pubblicato numerosi romanzi tra i quali: Incontro, Quale terra?, Fine stagione e i saggi Etnie senza frontiere – Istria utopia o laboratorio etnico?
Ha vito numerosi premi tra i quali: la V edizione del premio “Abruzzi oggi” (1994), la XXIV edizione del premio “Madre Terra, Sorella Acqua”(Assisi 1997), il 2? premio della XXVII edizione del concorso internazionale “S. Valentino” (Terni 1997) e il 2? premio del concorso internazionale “Padus amoenus” (Sissa 1997).
Sono quasi una cinquantina le sue pubblicazioni scientifiche di vario genere, ha scritto numerosi articoli di politica, di storia, di ecologia e di fitoterapia, classica e moderna. Suoi scritti si trovano in alcune antologie e altri, anche poetici, fanno parte dello spettacolo teatrale “Suoni di Terre”. E’ collaboratore di alcuni periodici e di molte trasmissioni radiofoniche.

Pagine: 124