Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
May 22nd, 2018
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Alpini IFD

Esemplare testimonianza di italianità

ADUNATA ALPINI A TRENTO – ESEMPLARE TESTIMONIANZA DI ITALIANITA’ di Gianmaria Italia - 21/05/2018  “Per gli Alpini non esiste l’impossibile” era scritto su un lungo striscione che domenica 13 maggio ha aperto la sfilata delle Penne nere a Trento. E’ stato un tripudio di Tricolori in una città in festa per scrivere ancora una volta, a cent’anni dalla conclusione della Grande Guerra, un’altra pagina di affetto reciproco tra gli Italiani ed i loro Alpini giunti nel capoluogo trentino per la 91a Adunata Nazionale Stimate in 500mila le affluenze provenienti da ogni parte d’Italia e del Mondo con fanfare e tanta voglia di stare insieme in un clima festoso. Un evento...
Ilsuonome

Quando la Storia si fa Memoria

Intervista a Pietro Spirito, autore di un romanzo - tra i migliori di questa stagione - sul periodo degli esuli dalla ex Jugoslavia di Igor Traboni - 20/05/2018 Tra i libri più interessanti di questa per certi avara stagione editoriale, c’è senza dubbio “Il suo nome quel giorno” di Pietro Spirito (Marsilio, euro 16,50). Il giornalista e storico triestino (lavora al Piccolo e ha alle spalle un’altra mezza dozzina di libri) si è prodotto in un romanzo “di memoria”, che collega la Trieste di oggi e di ieri – quella dei profughi in fuga dalla Jugoslavia dopo la fine della seconda guerra mondiale – ad una città del Sudafrica e a due donne, una di oggi e una di...
Fiume Stelli

Ecco perché Fiume sognava di essere un pezzo d’Italia

A «èStoria» due studiosi raccontano l'epopea di questo porto franco iniziata ben prima dell'impresa del Vate di Matteo Sacchi - 18/05/2018 Quando si parla di Fiume, in Italia, è quasi automatico associare al nome di questa antica città due parole: impresa e D'Annunzio. Come se alla fine questa piccola repubblica marinara che oggi conta più di 175mila abitanti (di cui ormai pochissimi parlano la nostra lingua), nella storia del nostro Paese fosse entrata soltanto per merito, o per colpa, del Vate e della sua spedizione del 12 settembre 1919. Per rendersi conto che non è così, niente di meglio dell'incontro del festival èStoria di Gorizia che si tiene oggi...
FoibaBasovizza

Il cippo dei Carabinieri alla Foiba di Basovizza

L’inaugurazione del cippo alla memoria dei Carabinieri vittime delle deportazioni e delle stragi compiute soprattutto a guerra finita dai partigiani comunisti di Tito nella Venezia Giulia impreziosisce ulteriormente il Monumento nazionale della Foiba di Basovizza. Luogo simbolo del martirio delle genti giuliane, fiumane e dalmate, la Foiba di Basovizza rappresenta anche, con tutti i cippi e le lapidi che la contraddistinguono, il sacrario delle centinaia di soldati provenienti da tutta Italia che furono eliminati dai “titini”, spesso in spregio delle convenzioni che tutelavano i prigionieri di guerra. Come nel caso dei Carabinieri, la colpa principale di questi uomini era quella di...
T2d

La Grande guerra degli italiani d’Austria

Soldati che parlavano la stessa lingua del nemico. Questo divennero gli oltre 100.000 sudditi austro-ungarici di lingua italiana, originari di Trentino e Litorale austriaco, arruolati nell’esercito dell’Impero nel corso della prima guerra mondiale. Gli italofoni trentini, giuliani, friulani, istriani e dalmati furono mandati a combattere su diversi fronti, ma in primo luogo contro i russi in Galizia, nella regione più orientale dell’Austria. Per loro la guerra cominciò già nel luglio 1914, quasi un anno prima dell’intervento del Regno d’Italia, che portò le istituzioni militari austriache a ritenerli ancora meno affidabili di quanto già non fossero considerati. In...
Migrazioni

Gli interventi dell’ANVGD a èStoria 2018

L’edizione 2018 del prestigioso èStoria, Festival Internazionale della Storia (Gorizia 14-20 maggio), presenta come argomento le “Migrazioni” e l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia interverrà con mostre, relazioni e presentazioni librarie che porteranno all’attenzione del consueto vasto pubblico della kermesse le problematiche degli esuli istriani, fiumani e dalmati e pagine di storia del confine orientale italiano. Mercoledì 16 maggio presso la sala espositiva Tullio Crali nella Galleria Carigo in via Diaz 9 verrà in augurata, a cura del comitato provinciale di Gorizia dell’ANVGD, la mostra Migrazioni: l’esodo dei giuliano – dalmati. Panoramica sulla...
ScrittiMinori

Gli scritti minori di Klinger

Il Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste (Diploma di prima classe - Medaglia d'oro Benemeriti della scuola della cultura e dell'arte) organizza giovedì 17 maggio 2018 alle ore 11.00 presso la Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich in via Rossini n.4 la presentazione degli “Scritti Minori” di William Klinger (Centro Studi Sociali "Alberto Cavalletto", Padova 2017). Interverranno il curatore del volume, prof Sandro Gherro, lo storico prof. Raoul Pupo,  il presidente e il vicepresidente della Comunità degli italiani di Fiume, Orietta Marot e Mario Simonovich; a cura del prof. Thomas Jansen. Gli "Scritti minori" di William Klinger raccolgono un complesso di saggi,...
CopeSilvia

Presentazione di “Silvia va in collegio”

Il Comitato di Trieste della Società Dante Alighieri, nell'ambito dei Salotti della Dante, presenta venerdì 25 maggio alle ore 17:30 presso la sede della Lega Nazionale di Trieste (via Donota, 2 - III piano) il racconto semi-autobiografico di Ines Argia de Vescovi “Silvia va in collegio” (Forum Editore, Udine 2017). Interventi di Fulvio Salimbeni (Presidente comitato provinciale Dante Alighieri) e Antonella Riem, curatrice del volume e figlia dell’autrice. Si tratta di un omaggio alla figura di Ines Argia de Vescovi, insegnante, educatrice, donna di cultura, il volume propone un racconto semi-autobiografico, accompagnato da fotografie e documenti dell’epoca. La...
CopertinaDonMarcoZelco

Una pubblicazione dedicata a Don Marco Zelco

Il Piccolo Museo di Trieste pubblica periodicamente dei libri fuori commercio che raccontano di "piccoli" eroi ignorati o quasi dalla storiografia accademica. Il protagonista del libro di quest’anno è un sacerdote istriano, Don Marco Zelco, parroco di Canfanaro negli anni '30 e '40. L'autore Fulvio Madotto si è impegnato in ricerche filologiche e bibliografiche per delineare la figura di questo personaggio poco conosciuto in Italia, anche se il paese in cui morì gli ha intitolato la piazza principale. Don Zelco fu protagonista di alcuni eventi veramente peculiari: un'apparizione miracolosa nel 1930, una ingiusta morte per mano dei tedeschi durante la guerra, ed un evento...
Dalmazia 3

Venezia e la Guerra in Dalmazia, 1644-1649

Federico Moro, Venezia e la guerra in Dalmazia 1644-1649, Leg, Gorizia 2018 28 settembre 1644: una squadra corsara dei Cavalieri di Malta attacca la Carovana di Alessandria nel mar Egeo, al largo dell’isola di Scarpanto. I Cavalieri infliggono e subiscono gravi perdite, catturando numerosi prigionieri. Tra di essi, dame del seguito del sultano e un bambino principe del sangue. Durante il rientro a Malta, i Cavalieri sostano ripetutamente in territorio veneziano. L’episodio in sè può non sembrare significativo nel rovente Mediterraneo di metà Seicento. Diventa, però, la scintilla che accende il conflitto, lungo oltre ventiquattro anni, noto come Guerra di Candia, che fu...